La beata Margherita presto santa

Martedì 13 aprile la nostra Chiesa locale ha celebrato la memoria liturgia della beata Margherita della Metola (1287-1320), tale ricorrenza ha anticipato le celebrazioni che chiuderanno l’anno del settimo centenario della morte della beata (1320-1320-21). Si era aperto nel settembre u.s. a Mercatello sul Metauro con una solenne celebrazione presieduta dai vescovi di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado e di Città di Castello. Purtroppo la situazione pandemica ha molto condizionato sia la data di apertura (prevista per il 19 aprile 2020) che lo stesso svolgimento delle iniziative programmate dal Comitato Interdiocesano. Un’iniziativa molto attesa era la Peregrinatio delle spoglie mortali della beata nell’Arcidiocesi di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado: si spera di poterla fare il prossimo anno. Il prossimo 9 maggio si chiuderà l’anno centenario della morte con due distinte celebrazioni; una nella cattedrale di Urbino presieduta dall’arcivescovo mons. Giovanni Tani e l’altra nella chiesa di San Domenico in Città di Castello presieduta dal vescovo di Città di Castello mons. Domenico Cancian.

Nel settimo centenario della morte di beata Margherita, terziaria domenicana, l’Ordine dei Domenicani, le diocesi di Città di Castello e di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado hanno formulato nuovamente la richiesta della canonizzazione della beata, procedimento avviato da tempo presso la Congregazione dei Santi. Il papa ha accolto la richiesta e, constatando la diffusione del culto in varie parti del mondo, ha concesso che la canonizzazione avvenga per equipollenza. L’equipollenza è una procedura utilizzata dalla Chiesa, mediante la quale il papa approva, con un semplice decreto, un culto spontaneo esistente da tempo, senza indagini specifiche e senza attendere il verificarsi di un miracolo. Nel novembre 2020 la commissione degli storici della Congregazione dei Santi aveva dato all’unanimità parere positivo, così nel gennaio 2021 la commissione dei teologi ha espresso voto favorevole per la canonizzazione. Ora il 13 aprile u.s., giorno della memoria liturgica della beata, la Plenaria della Congregazione dei Santi si è riunita e dopo la relazione del card. Betori, arcivescovo di Firenze, ha espresso parere favorevole alla canonizzazione. Ora si attende la firma del decreto pontificio e Margherita della Metola sarà una Santa!

Fabio Bricca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *