Autore: Redazione

ROSCIANO – L’Arcidiocesi di Varsavia, dopo il pellegrinaggio diocesano con il vescovo Armando Trasarti sulla tomba del beato Jerzy Popieluszko, consegnerà alla Diocesi di Fano le reliquie del martire, ucciso “in odio alla fede” ( Benedetto XVI). La Santa Reliquia sarà consegnata, nella chiesa di S. Maria in Rosciano, giovedì 19 ottobre alle ore 21 durante la S. Messa celebrata dal vescovo Armando Trasarti. Sarà presente il sac. don Czeslaw Banaszkiewicz di Varsavia, già collaboratore del martire Popieluszko. Mercoledì 17 – ore 21 all’ Auditorium del Centro pastorale sarà proiettato il film: “Popieluszko: non si può uccidere la speranza”. Regista…

Leggi di più

FANO – Domenica scorsa, 7 ottobre, si è riunita la “famiglia” di Gimarra. Tutta la comunità parrocchiale di Santa Maria del Carmine, infatti, ha festeggiato la posa della prima pietra della nuova chiesa e degli annessi locali parrocchiali. Alla presenza delle principali rappresentanze politiche, il vescovo Armando Trasarti, assieme al parroco don Gianni Petroni, ha salutato la comunità con affetto, riconoscendo la necessità che, alla fine di un lungo iter, è stata finalmente accolta: quella della realizzazione di una nuova aula liturgia e di luoghi propri per le attività pastorali di una parrocchia, come quella di Gimarra, in costante espansione.…

Leggi di più

Per fortuna non tutti conoscono questa forma di lotta che combina performance atletiche e teatrali. Si tratta di due omaccioni che, sul ring, che fanno finta di darsele di santa ragione. Spesso sono mascherati e questo fa pensare che si vergognino di recitare quelle scene finte truculente, dove il vincitore è già scritto a tavolino. Il wrestling è seguito soprattutto negli USA, da gente di bocca buona. In Italia siamo diversi, seguiamo il calcio. Ma siamo davvero sicuri che contrariamente al wrestling i risultati non siano scritti a tavolino? Le cronache sportivo-giudiziarie ci fanno temere che il numero di imbrogli…

Leggi di più

Rebus di “Leone da Cagli” Frase: 5-2-9 I vincitori verranno estratti a sorte tra coloro che avranno inviato la soluzione corretta a pesaro@ilnuovoamico.it oppure a IL NUOVO AMICO Via del Seminario 4 – 61121 Pesaro. L’omaggio di questa settimana è un esclusivo SEGNALIBRO in silverplate I VINCITORI DELLA SETTIMANA La chiave risolutiva del rebus di Leone da Cagli pubblicato a pag. 22 del n. 33 del “Nuovo Amico” di domenica 30 settembre era: Rebus frase (3-1-5-1-7-5) – “F, arabo; T, tè; E, dàrsene; T, ante” (FAR A BOTTE E DARSENE TANTE) Vincono un esclusivo SEGNALIBRO in silverplate LAURA BALLARINI MARIA…

Leggi di più

Da ragazzino mi piacevano i fumetti (ancor oggi se mi capitano sotto mano li sfoglio) e ricordo volentieri fra i Super eroi Batman, l’uomo pipistrello. Il personaggio, in calzamaglia nera e mantello sfrangiato, è sempre accompagnato da Robin (in italiano Pettirosso) un ragazzino che lo segue nelle sue avventure. Mi ha sempre dato l’impressione di un pedofilo, ma lasciamo perdere … Batman è un miliardario americano, dal fisico perfetto, che spende il suo denaro e le sue energie per combattere il “male”. Le cronache politico giudiziarie ci propongono oggi un altro Batman, un Fiorito (anzi ormai sfiorito) consigliere regionale del…

Leggi di più

Una redazione giornalistica dal carcere di Villa Fastiggi. Per Il Nuovo Amico non è proprio una novità. Già nel lontano 1994/1995 il nostro settimanale aveva avviato un progetto analogo, grazie all’idea del dott. Aldo Maturo, all’epoca direttore. Da allora i nostri lettori hanno continuato periodicamente a chiederci di riprendere il dialogo con questa parte di città, troppo spesso dimenticata o raccontata grattando appena la superficie. E così, dopo una fase preparatoria di quasi un anno, siamo ripartiti con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche carcerarie. Parleremo di tutto ciò che gravita intorno a questo “pianeta sconosciuto” ai più: dal sovraffollamento al reinserimento sociale, dalla prevenzione della devianza all’educazione alla…

Leggi di più

Nasce il gruppo pesarese dell’Associazione “Pro Terrasancta”. In collaborazione con l’Associazione Pro Terrasancta (ATS) di Milano, è stato costituito a Pesaro un gruppo di ex pellegrini e non, che ha lo scopo di sostenere i progetti già avviati dalla Associazione, volti a migliorare le condizioni dei cristiani che vivono nella terra di Gesù. La presenza della Chiesa Cattolica Latina in Terrasanta, fin dal 1300, è stata affidata alla Custodia dell’Ordine dei Frati Minori di San Francesco e da allora i frati sono rimasti là, anche in mezzo a grandi traversie, per servire la Chiesa locale, custodire, restaurare e proteggere i…

Leggi di più

URBINO – È proprio tutta un’altra musica quella che è stata illustrata venerdì 28 settembre all’inaugurazione di una nuova sala in via Pablo Neruda, presso la già funzionante Casa della Musica, nata da un’idea dell’Istituto per la Musica “Harmonia” di Urbino con la collaborazione dell’associazione Pro Sound, del Comune e della Cappella Musicale. La saletta, arredata a misura di bambino e conforme al metodo d’insegnamento dell’Istituto, che lo pone al centro dell’attenzione (e non solo in ambito prettamente musicale, ma anche formativo e relazionale), sarà la accessibile sede dei corsi di educazione musicale (3-5 anni) e propedeutica strumentale (6-7 anni)…

Leggi di più

FANO – “La Chiesa deve saper accompagnare, farsi compagna del povero”. Con queste parole il vescovo Mons. Armando Trasarti ha aperto, martedì 2 ottobre al Centro Pastorale, “Il Signore è vicino a chi ha il cuore ferito”, un incontro, molto partecipato, per parlare di accompagnamento spirituale per divorziati, separati e riaccompagnati. L’introduzione è stata affidata a don Mauro Bargnesi, responsabile dell’ufficio diocesano per la Pastorale della Famiglia, il quale ha ricordato l’importanza di un cammino di accompagnamento per le coppie in difficoltà. “Da questa sera – ha spiegato don Mauro – ci rendiamo disponibili, in diocesi, per un itinerario spirituale…

Leggi di più

Non è la prima volta che impegno il tempo in compagnia della penna. La cosa mi alletta sempre più. Questa volta la mia riflessione cade sull’estate. Molto strano parlarne dal carcere di Pesaro, dove le stagioni non promettono certo cambi degni di nota. Le stagioni si allungano, si accorciano, ma qui l’unica cosa che muta è l’abbigliamento. Per il resto tutto accade come nulla. In inverno muori dal freddo, ma ti puoi coprire solo quando hai di che metterti addosso. D’estate invece muori e basta. Qualsiasi movimento rimane lento e molto faticoso. Quindi sotto con i bagni refrigeranti, ma niente sabbia sotto i piedi anche se, per chi vuole, si può prendere il sole. Il…

Leggi di più