Si alza il sipario di “Fanoteatro”

Fano
di Mariella Polverari

Sembra passato un secolo da quei primi mesi del 2020, quando sul mondo piombò un fatto che era del tutto inaspettato: la pandemia; da allora molte cose sono cambiate ed è cambiato anche il nostro modo di avvicinarci agli altri.

Spettacoli dal vivo. Oggi la situazione è migliorata grazie ai vaccini, ma l’epidemia c’è ancora per cui è indispensabile essere prudenti; siamo ovviamente lieti che ci sia di nuovo la possibilità di ritrovarci e di assistere a spettacoli dal vivo, come lo sono quelli a teatro.

A Fano, quando tutto si è fermato eravamo verso la conclusione della stagione teatrale 2019-2020 ed oggi è un po’ come se ripartissimo da li. Sono infatti stati recuperati i due spettacoli allora rinviati (Open e Mine Vaganti).

Programma ricco. Nei giorni scorsi è stato reso noto il cartellone della rassegna FanoTeatro 2021-2022 organizzata dalla  Fondazione Teatro della Fortuna, in collaborazione con AMAT e con il contributo del Comune di Fano, Regione Marche e del MIC.

Si tratta di un programma ricco e variegato, di 6 titoli, per 18 appuntamenti, che inizierà a novembre e si protrarrà fino a maggio.

Si parte alla grande il 26, 27 e 28 novembre, in prima nazionale (si effettueranno a Fano le prove prima del debutto), con “Pour un oui ou pour un non” di Nathalie Sarraute. Un nuovo lavoro del maestro Pier Luigi Pizzi, affidato all’interpretazione di Umberto Orsini e Franco Branciaroli che si ritrovano sulla scena dopo tanti anni.

Lello Arena diretto da Luciano Melchionna, dal 28 al 30 dicembre è il protagonista della divertente e nello stesso tempo amara commedia di Carmine Amoroso “Parenti serpenti”.

“Coppia aperta, quasi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame, interpretato da Chiara Francini e Alessandro Federico, con la regia di Alessandro Tedeschi, inaugura il nuovo anno, dal 7 al 9 gennaio. Un grande attore come Eros Pagni, porta in scena a Fano dal 18 al 20 febbraio “Enrico IV” di Luigi Pirandello, per la regia di Luca De Fusco, al termine di una residenza di riallestimento al Teatro della Fortuna.

Dal 25 al 27 marzo, appuntamento con “Open” che vede protagonista la grande danza e l’arte coreografica di Daniel Ezralow. A concludere la stagione dal 29 aprile al 1 maggio troviamo “Mine Vaganti”, prima regia teatrale di Ferzan Ozpetek, nell’interpretazione di Francesco Pannofino, Iaia Forte, Erasmo Genzini, Carmine Recano e Simona Marchini.

 

Biglietti. Dal 10 novembre sono in vendita i biglietti per il primo spettacolo. Per info: Botteghino del teatro 0721-800750.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *