Home » Archives by category » Il Peperoncino (Page 3)

Se avessi parlato al nonno di alimenti a km. zero si sarebbe stupito: la farina veniva dal suo mulino, il grano era coltivato nei poderi circostanti, le uova per la pasta erano raccolte nel pollaio e l’orto forniva il necessario per la tavola. L’unico cibo estraneo era il pesce, che provenendo da Fano era a […]

Continue reading …

Siete tranquillamente autorizzati a darmi del bugiardo, perché la cosa è tanto strana che non ci credo nemmeno io. Stiamo parlando di una firma famigerata: “Supreme”. Se andate a vedere sul webb scoprite che ci sono in vendita un paio di scarpe al modico prezzo di 60.000 €. (avete letto bene: sessantamila). Se avessi quella […]

Continue reading …

Spinti dalla televisione, dai media, dai giornali e dagli opinion leader siamo diventati tutti raffinati intenditori di cibo. Non si può aprire un canale televisivo senza che un signore in casacca bianca e cappello a tubo di stufa non ci mostri la sua abilità ai fornelli. Certo non possiamo lamentarci del “brodo grasso” tanto per […]

Continue reading …

L’ospite è anche troppo gentile: “Ti posso offrire un calice di vino o un bicchiere di birra”? Giudicatemi pure snob, ma fra un calice ed un bicchiere preferisco il primo. Volete paragonare la fatica ed il lavoro per produrre il nettare di Bacco? Preparare lo “scassato” per piantare le barbatelle, inserire i pali nel terreno, […]

Continue reading …

Il cesto di mele

No Comment

Il nonno mi diceva, “Vai in soffitta e prendi una mela. – e aggiungeva – Se ne trovi una marcia buttala via”. Secondo la sua teoria se buttavi la mela marcia poi per tutta la stagione le mangiavi sane, se per risparmiare prendevi quella bacata le avevi sempre guaste. La teoria è ancora valida. Risparmiare […]

Continue reading …

Un amico mi chiede un consiglio per acquistare un’auto nuova. Sembra facile, basta cercare su Internet. A suo tempo si guardava la cilindrata, il peso, i consumi, le dimensioni, il prezzo. Niente di più sbagliato; ti fanno vedere una marea di auto, di ogni tipo ma nessuno ti dice quanto costa il modello base, quello […]

Continue reading …

Negli anni ’50, accidenti quanto sono vecchio, fui mandato in una colonia estiva organizzata dal Cif. Bella vita. A merenda ci davano grosse fette di pane con una crema alle nocciole dal sapore di cioccolato, dopo cena ci facevano vedere, proiettato su un lenzuolo, “Francis il mulo parlante” A quell’età mi divertivo moltissimo. Il tutto […]

Continue reading …

Inizia il nuovo anno scolastico: in genere i giornali sono pieni di articoli che illustrano le varie pecche della scuola, quest’anno, ma che strano, sembra che i problemi si siano rarefatti. Vero è che alcuni edifici non sono a norma, manca un numero limitato di insegnanti e i dirigenti sono almeno per un terzo sotto […]

Continue reading …

Quest’anno mi ero ripromesso di evitare la Fiera, vuoi per la confusione che per il male alle gambe che provocano alcune ore di passeggiata a ritmo lento e soste frequenti. Poi l’attrazione di una targa di spianata con la mortadella ha vinto sulle mie remore. Con un po’ di fatica l’ho già digerita. Per arrivare […]

Continue reading …

Io odio gli anglicismi

1 Comment

Chi segue queste mie stravaganti noterelle sa che odio gli anglicismi, per gli altri lo affermo ora. Non che non conosca la lingua di Albione, arrivo persino ad ordinare una birra o chiedere l’orario dell’autobus, ma sono dell’opinione che se parli italiano usi questa lingua e se parli inglese usi quella. Non sopporto la mescolanza […]

Continue reading …