“Coltivare e custodire”

Fano
di Gabriele Darpetti*

Ci attende un autunno carico di incognite sia per le imprese che per i lavoratori, perchè solo a partire dalla fine di settembre si potranno valutare gli effetti reali sull’economia causati dall’epidemia sanitaria da Covid19. Con la consapevolezza che in ogni momento di “passaggio” tra una condizione e l’altra  ci si trova ad affrontare nuovi problemi ma si presentano anche tante nuove opportunità, l’UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) sezione di Fano ha ritenuto opportuno promuovere un confronto tra rappresentanti del mondo imprenditoriale e delle professioni del nostro territorio. Martedì 23 giugno, a Villa Prelato Alta, si è tenuta la annuale assemblea dei soci UCID, che quest’anno ha avuto per tema “L’economia nel dopo Covid-19”. Dopo la riflessione e preghiera iniziale, a cura di Don Ugo Ughi, assistente diocesano dell’UCID, che ha sottolineato due parole chiave ovvero coltivare e custodire, la parola è passata al Vescovo Armando e al Sindaco di Fano Massimo Seri introdotti dal Presidente dell’UCID sezione di Fano Alberto Di Martino.

Carisma e comunità. Il Vescovo Armando si è soffermato sul tema del lavoro soprattutto in questo delicato e difficile momento in cui tanti settori portano i segni causati dal Covid-19. Ha sottolineato l’importanza del carisma dell’uomo di fede, carisma che rende servizio.

“Questo periodo ci ha fatto capire – ha messo in evidenza nel suo intervento il Sindaco Seri – che siamo tutti vulnerabili”. Ha sottolineato la capacità in questi momenti di essere comunità e il nostro territorio lo ha dimostrato.

Tavola rotonda. A seguire una tavola rotonda nella quale l’Avv. Eleonora Giovanelli, Vicepresidente Ucid – Fano, ha presentato e coordinato gli interventi di dirigenti e imprenditori che conoscono la realtà economica di riferimento: Andrea Biagioni, amministratore società “Il Cantiere”; Giacomo Falcioni, Direttore Generale BCC Fano; Giovanni Girolomoni, Presidente Cooperativa Gino Girolomoni; Luca Guerrieri, dell’Azienda Agraria Guerrieri; Mauro Papalini, Amministratore Soc. Papalini S.p.a. e Presidente Confindustria Pesaro. Ha concluso i lavori Alberto di Martino, Presidente UCID Sez. Fano. Nel dibattito che ne è seguito, sono altresì intervenuti Filippo Sorcinelli, Sindaco di San Costanzo ed imprenditore artigiano, Romualdo Rondina Presidente BCC Fano e Severino Capodagli Amministratore Valmex. All’iniziativa erano  presenti Giorgio Gragnola, Presidente Fondazione Carifano, Dario Colangeli, Davide Del Vecchio, Francesca Gabbianelli e Fabrizio Tito.

*Segretario UCID sezione di Fano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *