“Il primo passo” compiuto per vincere la paura del Coronavirus

Fano
di Redazione

Nella seconda giornata dell’Assemblea Diocesana alcune realtà della nostra Diocesi hanno raccontato il primo passo compiuto per vincere la paura del Coronavirus e del nuovo. Giada Bellucci, di Caritas Diocesana, ha illustrato ciò che la Caritas ha messo in campo in questo momento così difficile e delicato, in primis l’ascolto. Don Steven Carboni ha ripreso, anche nella seconda serata, il tema dei giovani “sentinelle”. “In questa estate anomala – ha sottolineato don Steven – vorrei che in Diocesi per i giovani si riuscisse almeno a restare connessi, a pregare insieme, a vivere insieme il cammino, a condividere il vissuto di questi mesi a fare servizio nei territori”. Presente anche alla seconda serata don Matteo Pucci, direttore dell’Ufficio Catechistico Diocesano, che ha messo in evidenza l’importanza di “prendere l’iniziativa: l’ascolto vissuto dalla Chiesa in uscita” programmando iniziative a breve termine con uno sguardo anche verso il prossimo anno. Filippo Bargnesi, del Centro Missionario Diocesano, si è soffermato su alcuni punti legati proprio alla missionarietà quali il contatto personale con i missionari legati alla nostra Diocesi e l’attivazione di una raccolta fondi dedicata all’emergenza covid per i missionari in situazioni di necessità, A concludere i direttori dell’Ufficio Diocesano di Pastorale Familiare Carlo e Nicoletta Berloni che hanno illustrato le iniziative messe in campo dalla Pastorale Familiare e si sono soffermati su alcuni importanti punti: il recupero del rapporto genitori-figli, la solidarietà tra famiglie, la difficoltà delle famiglie con figli disabili, l’importanza di aprirsi agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *