“Il nemico ha il mio volto”

Con il primo appuntamento dal titolo “Il nemico ha il mio volto”, sabato 8 febbraio ha preso il via la 17esima edizione della Scuola di Pace “Carlo Urbani” promossa dalla Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola, dalla Caritas Diocesana, dall’Associazione Giustizia e Pace Onlus, dall’Ufficio Migrantes, dalle ACLI provinciali, dalla Mediateca Montanari e dall’Assessorato alle Biblioteche in collaborazione con l’associazione Banca del Gratuito e il Movimento Internazionale per la Riconciliazione. A introdurre l’incontro Luciano Benini, responsabile della Scuola di Pace, e Andrea Paoloni, operatore della Caritas diocesana, che hanno presentato gli ospiti di questo primo appuntamento. Quindi, i protagonisti sono stati gli studenti di “Rondine – Cittadella Della Pace” che hanno raccontato la loro esperienza di vita quotidiana e la realtà di Rondine.

Rondine. “Rondine – Cittadella della Pace” è un’organizzazione sociale che si impegna per la riduzione dei conflitti armati nel mondo e per la trasformazione creativa del conflitto in ogni contesto. L’obiettivo principale è contribuire a un pianeta privo di scontri armati, in cui ogni persona abbia gli strumenti per gestire i conflitti in modo positivo. Rondine nasce in un borgo medievale vicino ad Arezzo dove proprio lì si strutturano i numerosi progetti per l’educazione e la formazione.

Progetto. Il progetto principale appunto è lo Studentato Internazionale, che accoglie giovani provenienti da Paesi teatro di conflitti armati o post-conflitti e li aiuta a scoprire la persona nel proprio nemico, attraverso il lavoro difficile e sorprendente della convivenza quotidiana. Questi giovani, dopo un percorso biennale, sono capaci di diventare leader di sé stessi e della propria comunità d’origine nella ricerca del bene comune, dei giovani costruttori di pace.

Presente all’incontro inaugurale anche il vescovo Armando. Si proseguirà sabato 15 febbraio, alle ore 16.00 sempre al Centro Pastorale diocesano, con l’incontro dal titolo “La ricostruzione incompiuta. I Balcani dagli accordi di Dayton alla rotta dei migranti”. Sabato 29 febbraio, sempre alle ore 16.00 al Centro Pastorale diocesano, si parlerà di “Cambiamenti climatici. Strategie per il futuro”. Per l’ultimo appuntamento, sabato 7 marzo alle ore 16.00, l’appuntamento sarà alla Mediateca Montanari, con Grazia Naletto dell’associazione Lunaria che interverrà su “Il peso delle parole. Il contrasto ai discorsi d’odio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *