Nuova casa per i missionari Burundesi

In occasione della festa di Sant’Antonio Abate, si è inaugurata a Fossombrone, alla presenza del vescovo Armando, la nuova casa dei missionari Burundesi appartenenti alla congregazione degli Apostoli del Buon Pastore e Regina del Cenacolo. La casa, sapiEntemente restaurata e riorganizzata nei suoi spazi, accoglierà tre sacerdoti che, alla luce di un progetto missionario fortemente voluto dal parroco don Giancarlo De Santi e dal Centro Missionario Diocesano si metteranno a servizio dei più poveri del territorio oltre a collaborare alle iniziative di formazione e cooperazione missionaria della Diocesi. Il Rapporto di amizizia che lega la Diocesi con gli Apostoli del Buon Pastore è ormai consolidato da tempo e vede anche un continuo scambio di aiuti e persone con la loro missione in Burundi dove opera anche l’associazione Urukundo onlus. Questa casa – ha detto il Vescovo nella benedizione dei locali – sia un piccolo monastero, un luogo di spiritualità a servizio del territorio” sempre aperta e inclusiva verso tutti. La festa di S. Antonio Abate che ha fatto da culla a questo evento, ci presenta infatti la figura di un santo Eremita del 4° secolo in continua lotta contro il male, la cattiveria, le passioni che allontanano l’uomo da Dio. Un uomo che con il digiuno, lo studio, la preghiera  e il lavoro è divenuto esempio per tutti noi e speriamo anche per questa nascente esperienza missionaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *