Festa dell’Immacolata

La tradizione mariana indica l’amore della città di Fano verso la Madre del Redentore. Ci auguriamo che questa tradizione si prolunghi nel tempo e nello spazio, accresca la fede e rechi alla città sicurezza e pace.

Nel giorno, a lei dedicato, leggiamo: «Tu, o Signore, hai preservato la Vergine Maria da ogni macchia di peccato originale, perché, piena di grazia, diventasse degna Madre del tuo Figlio. In lei hai segnato l’inizio della Chiesa, sposa di Cristo senza macchia e senza ruga, splendente di bellezza. Da lei, vergine purissima, doveva nascere il Figlio, agnello innocente che toglie le nostre colpe; e tu sopra ogni altra creatura la predestinavi per il tuo popolo avvocata di grazia e modello di santità».

Preghiera. Anche nella bella preghiera, stilata per l’occasione dal Vescovo Trasarti, vengono elencate lodi a questa mirabile donna.

La Chiesa di Santa Maria Nuova è un inno all’Immacolata. Tutto parla della Madre del Redentore: dalla scritta frontale «AVE MARIA» del presbiterio, all’altare dedicato completamente all’Immacolata; si va dall’Annunciazione alla Vergine in trono attorniata dai santi francescani del Perugino alla predella, attribuita a Raffaello e alla Visitazione di Giovanni Santi.

Legame. Tra la Vergine Maria, Immacolata e i Frati minori c’è un legame che dura da secoli. L’amore dei frati verso la Vergine trova la sua ragion d’essere nella ricerca teologica che va da san Francesco d’Assisi a san Bonaventura, dal beato Giovanni Duns Scoto a san Bernardino da Siena, da Pio IX a P. Massimiliano M. Kolbe, da P. Carlo Balic sino a giungere ai giorni nostri.

Fano è una città che onora da secoli l’Immacolata: nella delibera del Consiglio generale della Città del 21 gennaio 1509 si stabilisce: «Acciò che Dio ce abbia a preservare da grave infortunio ne la Chiesa di Santa Maria Nova se abbia a celebrare la Conceptione de la Madonna». Da allora sono trascorsi ben 510 anni. Mi auguro che la città di Fano per lungo tempo: «se abbia a celebrare la Conceptione de la Madonna».

Programma. Ricordiamo che la Novena dell’Immacolata sarà predicata da P. Luca Gabrielli parroco della Parrocchia Universitaria di Urbino. Gli orari delle Sante Messe sono i seguenti: sabato e domenica ore 9.30 e ore 19.00, nei giorni feriali alle ore 9.30 e alle ore 18.30. Domenica 8 dicembre le Sante Messe saranno celebrate alle ore 7.30, ore 9.30, ore 11.00 e ore 19.00. La recita del Rosario avrà luogo mezz’ora prima della Santa Messa. La Santa Messa delle ore 11.00 sarà presieduta dal Vescovo Armando con la partecipazione delle autorità comunali. Alle ore 19.00 la celebrazione di chiusura con omelia di Padre Ferdinando Campana Ministro Provinciale dei Frati Minori delle Marche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *