Per i piccoli cercatori di Dio

Cos’è l’amore? E la felicità? La nonna è in Paradiso? Qual è la ricetta del perdono? Un tenero libro di storie, splendidamente illustrate da Silvia Oriana Colombo, che aiuta i bambini a rispondere ad alcune delle loro domande più importanti e li accompagna in un percorso di incontro con Dio. Protagonisti di questo volume sono bambini, nonni, animali, palloncini e naturalmente Dio. Sono questi gli ingredienti dell’ultima fatica editoriale dal titolo “Storie per piccoli cercatori di Dio” dell’insegnante pesarese Francesco Liera. «Si tratta di un libro a cui tengo tanto – spiega l’autore – perché è nato dentro la scuola, alla ricerca di una strada che mi aiutasse a proporre ai bambini la riflessione sulle domande più profonde dell’esistenza».

 

Francesco partiamo dall’inizio. Come nasce questo libro?

Dalle grandi domande e dai grandi desideri, come il desiderio di Dio, la ricerca di senso e di significato della vita, che sono presenti nel cuore di ogni uomo fin dall’antichità. È un dato di fatto. Tracce di religiosità erano presenti già negli uomini preistorici. E, personalmente, ognuno di noi, mettendosi in ascolto di sé, può riconoscere domande che, più di altre chiedono attenzione. Non dico risposta, ma riconoscimento della presenza della domanda, riflessione e ricerca di senso.

Un percorso che affronti non solo per i bambini ma insieme a loro.

Infatti queste pagine nascono dal rapporto con i miei alunni, con i bambini. E nascono con il desiderio di proporre strade e sentieri di riflessione sui temi più profondi della realtà e della vita che, a volte per timore di non esserne all’altezza, a volte rimandando a tempi futuri di sviluppo del bambino, evitiamo di affrontare con i più piccoli. Sono storie che aiutano ad entrare nelle grandi domande presenti nel cuore di piccoli e grandi, attraverso la quotidianità. I bambini protagonisti di queste storie hanno delle domande profonde e cercano delle risposte.

Quali sono le tematiche trattate?

La Creazione, la ricerca della felicità, il Paradiso, le ferite della vita, la morte, la forza della preghiera, la grandezza dell’ascolto, la bellezza del perdono. Temi grandi che non dobbiamo e non possiamo nascondere ai più piccoli. Temi dentro i quali è necessario accompagnarli.

Quali risposte possono trovare i piccoli lettori di questo libro, ma anche i loro familiari e gli educatori?

Queste storie non pretendono di rispondere al mistero, ma offrono una prospettiva per riflettere insieme sulle domande profonde del cuore. Spero che possano essere un valido aiuto per gli adulti chiamati alla grande vocazione educativa, a genitori, catechisti, insegnanti, e per i più piccoli, perché identificandosi con i protagonisti delle storie possano scavare dentro sé e incontrare quelle domande, guardarle, pensarle, rifletterci. Affinché la vita sia sempre riconosciuta come dono di Dio, come qualcosa di immensamente bello da vivere con gioia e profondità.

A CURA DI ROBERTO MAZZOLI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *