Oratorio, un crocevia raccordo di relazioni

Come ricorda Don Giuseppe Tintori nell’ultimo giornalino parrocchiale,”…in passato dopo i sacramenti della Comunione e della Cresima che solitamente si celebravano nel mese di maggio, le parrocchie, in modo particolare quelle situate alle periferie della città, chiudevano i battenti e ci si rivedeva a metà settembre o agli inizi di ottobre. Durante l’estate rimaneva la Messa domenicale e la partecipazione ai campi scuola estivi che le diocesi organizzavano a livello centrale per le diverse categorie di persone di tutte le parrocchie. Oggi non è più così. Da metà giugno fino ai primi giorni di agosto molte comunità parrocchiali si attivano per i campi scuola assieme ad altre parrocchie e soprattutto mettono in piedi gli Oratori estivi”.

Il nostro Oratorio custodisce una storia di oltre un decennio, non sempre coronata di soddisfazioni ma sicuramente una storia che ci ha permesso di godere della gioia di poter contribuire al bene di tutti. Ogni anno, ragazzi, animatori educatori famiglie contribuiscono a scrivere un nuovo capitolo incontrando amici, scoprendo i propri talenti personali, intessendo relazioni. Mi piace riportare un messaggio della FOM nella presentazione del tema Grest Estivo 2019 “questa pagina nuova e bella della storia della nostra vita, la scriviamo con Gesù. La fantasia dello Spirito Santo ci saprà ispirare, ci renderà creativi, aperti, entusiasti.” Veramente ogni anno ci lasciamo stupire da quanto accade, sono veramente tanti i ragazzi che anche quest’anno hanno aderito all’Oratorio Estivo, tanti gli animatori che si stanno mettendo in gioco, un gioco preso seriamente, perché prima di iniziare hanno frequentato corsi formativi e settimanalmente si sono incontrati per coordinare e preparare il lavoro. Per entrare e comprendere meglio l’atmosfera che aleggia in Oratorio ho pensato di intervistarli e dare loro modo di esprimere opinioni e fare considerazioni su questa esperienza. Gli animatori, veramente compiaciuti della esperienza che stavano vivendo, hanno manifestato una gran voglia di fare e di mettersi al servizio gratificati solo dall’amicizia che li sta unendo, nel contempo i bambini hanno dimostrato grande entusiasmo per le proposte di quest’anno, sono molto stimolati dalle attività che gli animatori propongono ogni giorno. In ogni storia che si rispetti si scrivono anche nuovi capitoli; la nostra comunità sta scrivendo giorno dopo giorno un’altra bella storia, quella del borgo di Carignano che mosso da uno spirito di tutela e valorizzazione del paese dove vivono, i cui abitanti hanno accolto di buon grado la proposta dell’Oratorio ANSPI l’Incontro di aggiungere alcune date nel programma del Cineforum estivo all’aperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *