La musica sacra torna in Duomo

“Super fundamentum apostolorum”. Come pietre vive con Cristo, pietra angolare, per edificare la Chiesa sul fondamento degli apostoli. È questo il tema di un concerto polifonico di musica sacra che si terrà giovedì 16 maggio alle ore 21,15 presso la Cattedrale di Pesaro, alla presenza dell’Arcivescovo monsignor Piero Coccia.

 

Armonie. L’esecuzione avrà per protagonisti il Rossini Chamber Choir diretto da Simone Baiocchi, con Lorenzo Antinori alla consolle del grande organo Mascioni. Un’elevazione musicale che sarà un vero e proprio viaggio tra i fondamenti della fede, attraverso le espressioni artistiche di autori come Giovanni Pierluigi da Palestrina, Lorenzo Perosi, Domenico Bartolucci e Simone Baiocchi. Di quest’ultimo – compositore pesarese noto in Italia e all’estero – saranno eseguiti alcuni importanti lavori tra cui “Pastore e profeta”, brano per coro e organo dedicato a San Giovanni XXIII e premiato come vincitore al concorso di composizione di musica sacra che si è svolo lo scorso ottobre a Sotto il Monte (BG), paese natale del santo pontefice. Sarà poi eseguita in prima assoluta anche la Missa “In honorem Sanctorum Apostolorum Petrus et Paulus” per coro a 4 e 5 voci ed organo. Si tratta di un ampio lavoro, non liturgico, nato da una riflessione in musica sui testi dell’ordinario della Santa Messa (Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus e Agnus Dei) e dedicato agli apostoli colonne della Chiesa. In questo lavoro, la musica serve il testo sacro utilizzando un linguaggio con evidenti riferimenti alla tradizione millenaria del canto sacro ma orientato a combinazioni nuove, soprattutto sotto l’aspetto armonico. Infatti, accostando armonie e suoni in apparente contrapposizione tra loro, l’autore ha voluto esprimere la diversità dei caratteri dei due apostoli, differenti nel loro porsi in relazione con Cristo ma entrambi solidi e maestosi nella loro fede come granitiche e maestose sono le basiliche di Roma a loro dedicate.

 

Coro. Attorno a questi lavori si inseriscono le composizioni di autori come Palestrina, Perosi e Bartolucci (quest’ultimo storico direttore della “Cappella Sistina”, più volte presente a Pesaro e di cui Baiocchi è stato allievo e discepolo), quasi come pietre miliari che segnano agli ascoltatori le tappe salienti di un linguaggio musicale in cui prima del piacere estetico viene l’intenzione di vivificare i testi sacri elevando il pensiero degli uomini verso Dio e le cose del cielo. Il Rossini Chamber Choir vanta un’attività di notevole importanza nell’ambito della musica sacra: ha cantato in più occasioni nella Basilica Vaticana e si è esibito in concerto presso la residenza pontificia di Castel Gandolfo alla presenza del Santo Padre Benedetto XVI. Recentemente ha inciso per la Tactus il CD “Musica Sacra in San Pietro”, registrato durante la celebrazione della Santa Messa a conclusione del Convegno Nazionale dei Compositori di Musica Sacra indetto dall’Associazione Italiana Santa Cecilia, nel centenario della nascita del cardinal Domenico Bartolucci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *