Convivere con la demenza

Mercoledì 20 febbraio scorso al Consultorio Associazione La Famiglia di Fano è stato presentato il progetto “Ti sostengo” per i familiari di persone che convivono con la demenza.

Il tema della Demenza.  Lo sportello “Ti sostengo” è uno spazio di ascolto ma anche di risposta, gratuito per tutte le famiglie del territorio diocesano al cui interno vive una persona che convive con la demenza, creando percorsi specifici di sostegno sui vari aspetti quali la gestione dei comportamenti caratteristici, la strutturazione dell’ambiente domestico, le attività di stimolazione per la persona fragile e la comunicazione attraverso canali alternativi.

Il Progetto. Presenti per dare il via ufficiale a questo nuovo progetto-sportello la psicologa Stefania Cecchini, l’assistente sociale Deborah De Angelis, il neurologo Alessandro Moretti, Stefano Giombetti famigliare con genitori che hanno convissuto con la malattia e don Francesco Pierpaoli, Direttore del Consultorio famigliare e Vicario per la Pastorale della Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola.

Durante la serata di presentazione, il dottor Moretti ha illustrato ai presenti gli aspetti medici delle diverse forme di demenza, ha chiarito il percorso diagnostico, le modalità di presa in carico attuale dei servizi del territorio spiegando come uno sportello di tale tipo integrerebbe tali servizi: personalizzando ciascun percorso e dando uno spazio ai familiari. A seguire Stefano Giombetti ha raccontato la sua storia di figlio, condividendo il forte impatto emotivo e portando esempi di come siano grandi le difficoltà ma anche la ricchezza di questa esperienza.

La ricchezza dell’Ascolto. “Lo scopo dello sportello – hanno sottolineato infine la psicologa Stefania Cecchini e l’assistente sociale Deborah De Angelis – è quello di ascoltarsi e creare percorsi di accompagnamento e sostegno curati per ogni singola famiglia”. Lo sportello vuol essere un “paracadute” per attutire l’impatto di tale patologia all’interno delle famiglie e un “caleidoscopio” per poter vedere con nuovi occhi quanto ancora c’è di bello al di là della diagnosi di malattia, sostenendo e accompagnando i familiari e le persone che convivono con la demenza in questo percorso.

Ricordiamo che lo sportello è gratuito, ma è necessario prendere appuntamento telefonando al numero 0721.803765 i lunedì dalle 17.00 alle 19.30 o i mercoledì dalle 17.00 alle 19.00 o inviando una e-mail a consultorio1lafamiglia@gmail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *