Francesca Pirozzi, libro per la ricerca oncologica

È stata firmata venerdì 14 dicembre a Fano nella Sala San Michele del Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università degli Studi di Urbino, una convenzione che consentirà alla Onlus creata in memoria di Francesca Pirozzi (morta di linfoma a 24 anni) di finanziare un progetto di ricerca triennale nell’ambito delle nuove terapie oncologiche. Il progetto sperimentale, del valore di 150mila euro, verrà sostenuto da “Francesca Pirozzi ONLUS” con 50mila euro l’anno attraverso la vendita del libro “Il cibo ideale”, già alla terza ristampa. Il libro – spiega Marco Pirozzi, papà di Francesca – è nato dall’idea di completare la tesi di mia figlia sull’alimentazione nei pazienti in chemioterapia, con i preziosi contributi del dietologo Giorgio Calabrese, dell’oncologo Luca Imperatori e degli chef stellati Nadia Santini, Mauro Uliassi, Massimiliano Alajmo, Riccardo Camanini, Pietro Leemann e Paolo Simioni.

Abbiamo costituito una ONLUS per creare contenuti e materiali utili a chi si trova a dover affrontare come Francesca un percorso di malattia, ma soprattutto con lo scopo di generare fondi per la ricerca, qualcosa di concreto, tangibile e misurabile”La convenzione è stata firmata da “Francesca Pirozzi ONLUS” rappresentata dalla presidente Marina Magini e l’Università di Urbino, rappresentata dal professor Orazio Cantoni, direttore del Dipartimento di Scienze Biomolecolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *