Di una cosa sola c’e bisogno

A guidare il percorso formativo annuale saranno le parole che Gesù rivolge a Marta: “Di una cosa sola c’è bisogno”. Per contribuire a realizzare il progetto di Chiesa indicato da Papa Francesco, l’AC ha scelto di prestare attenzione al modo con cui l’associazione può e deve accompagnare i passaggi fondamentali della nostra vita, soprattutto attraverso la cura della vita spirituale: una dimensione che si impasta e al tempo stesso funge da lievito per la nostra quotidianità e per la nostra vocazione alla missione.

 

Generare. «Oggi – scrive il Papa – si può riscontrare in molti operatori pastorali, comprese persone consacrate, una preoccupazione esagerata per gli spazi personali di autonomia e di distensione, che porta a vivere i propri compiti come una mera appendice della vita, come se non facessero parte della propria identità. Nel medesimo tempo, la vita spirituale si confonde con alcuni momenti religiosi che offrono un certo sollievo ma che non alimentano l’incontro con gli altri, l’impegno nel mondo, la passione per l’evangelizzazione». È ancora il Papa, nell’Evangelii gaudium, che ci suggerisce il verbo che traduce questo nella vita quotidiana: “Generare”. Siamo chiamati a farci “Generatori di senso”, a trovare quell’unione tra l’essere e il fare che ci permette di trovare quotidianamente la forza per continuare nella nostra missione. Il tema di quest’anno sarà introdotto da Adelaide Iacobelli, responsabile Nazionale del Movimento Studenti di Azione Cattolica che ci riporterà al primato della scelta religiosa e ci interpellerà anche su come poter essere generatori di bene, di relazioni nuove in tutti gli ambiti della nostra esistenza. Nel 150° anno di vita dell’Azione Cattolica, il tema annuale ci permette anche di fare memoria del passato, riscoprendo le radici dell’Associazione (libro di E. Preziosi sulla figura di Giovanni Aquaderni) e ricordando anche, con la presentazione dell’opuscolo “Testimoni di Santità del quotidiano”, alcune persone della nostra Associazione Diocesana che sono stati generatori di senso nella loro vita. Infine, il settore ACR – ragazzi ed il settore giovanissimi con la propria “Regola di Vita”, ci inviteranno ad essere Artigiani del Futuro”, a guardare alla nostra vita con profondità e verità.

 

Programma. Sabato 6 ottobre: ore 15 Arrivi – cinema Solaris. Ore 15.15 Momento di preghiera. Ore 15.30 intervento di Adelaide Iacobelli. Ore 18 S. Messa – Chiesa di S. Carlo. A seguire – in Chiesa: presentazione dei programmi annuali a cura dei responsabili di settore. Domenica 7 ottobre ore 9 Arrivi – locali della Parrocchia. Ore 9.15 Momento di preghiera. Ore 9.30 Presentazione del Libro “Un altro Risorgimento: Alle origini dell’Azione Cattolica per una biografia di Giovanni Aquaderni”. Ore 10.15 Presentazione opuscolo “Testimoni di Santità del quotidiano”. Ore 11 “Artigiani del futuro” a cura dei giovanissimi. Ore 11.45 Festa del Ciao a cura dell’ACR. Ore 13 pranzo finale. Prenotazioni 333/3853015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *