Don Cesare Stefani, una vita a servizio di Tavullia

Non basterebbero dieci libri per raccontare tutto ciò che Don Cesare Stefani ha fatto a Tavullia…ma vogliamo provarci soprattutto per dirgli il nostro grazie! Con il suo carattere umile ma determinato ha sempre lavorato a testo bassa per la sua parrocchia, senza tentennamenti o distrazioni. Ci ha donato una presenza importante, con molti fatti e poche parole. Domenica 20 ottobre 2013 abbiamo festeggiato il 50° anniversario dell’ingresso di Don Cesare nella parrocchia di San Lorenzo Martire in Tavullia, avvenuto la terza domenica di ottobre del 1963.

 

Gioventù. Il nostro caro Don era nato il 20 dicembre 1921 a Candelara, penultimo di otto figli. Suo zio materno, Don Enrico Vichi, di Fiorenzuola, era Canonico della Cattedrale in Pesaro. Sua mamma aveva sempre sostenuto la sua vocazione e Don Cesare, entrato in seminario dopo la quarta elementare, dopo dodici anni di studi, è stato ordinato sacerdote il 29 giugno del 1945. Era già venuto come cappellano a Tavullia con Mons. Giuseppe Garattoni, dall’ottobre 1945 alla primavera del 1950. Poi è stato trasferito a Granarola fino all’ottobre del 1963, quando è tornato a Tavullia come Parroco. Ricordava con affetto come i parrocchiani fossero andati a prenderlo a Monteluro, ai confini della parrocchia, e di come avesse poi preso possesso con tutto un preciso cerimoniale, tra cui sedersi nel confessionale, suonare la campana, aprire e chiudere il tabernacolo ecc. Fu una grande festa, e le foto testimoniano la grande presenza di sacerdoti e fedeli. Don Cesare proveniva da una famiglia contadina, il lavoro costante era arricchito da una grande inventiva. Subito si rimboccò le maniche (dal seminario fino all’ultimo, aveva l’abitudine di alzarsi ogni mattina alle 5.30!) dato che i lavori fatti dal Genio Civile per la ricostruzione della Chiesa e della canonica necessitavano di interventi risolutivi.

 

Opere. Si impegnò nella cura delle risorse esistenti, (è rimasto famoso il vino che riusciva a produrre) e nel cercare nuovi finanziamenti, tra l’altro su indirizzo di Don Mei si recò anche a Roma, e ottenne una congrua, uno stipendio dello Stato per i sacerdoti che non avevano più benefici. Con la sua opera paziente ha sostenuto tutte le attività parrocchiali, tra cui ricordiamo il Carnevale dei Ragazzi, giunto alla XXIII edizione, la Via Crucis, il Presepe artistico in movimento e naturalmente la festa di S.Pio Martire. Ha accompagnato tanti bambini ai sacramenti, tanti adulti nella loro vita spirituale, ha portato la comunione a tanti anziani e malati. Non sono poche le coppie che ha seguito dal battesimo al matrimonio con grande affetto. Metodo e ordine sono sempre stati il suo motto: conservava ogni atto nell’archivio parrocchiale con fedeltà e segnava scrupolosamente ogni cosa da fare per la festa di S.Pio, in modo che tutto fosse pronto.

 

Valentino. Negli ultimi anni aveva trovato una passione nel seguire le gare di Valentino Rossi, di cui è sempre stato un’incredibile tifoso: nel 2002-03 si era persino recato in Germania per assistere alle corse, dove aveva celebrato la S. Messa in albergo, in altre occasioni al Mugello e a Misano. Don Cesare ha anche scritto, valendosi dell’archivio diocesano, alcuni importanti opuscoli sulla storia di S.Pio e della parrocchia di Tavullia: “S.Pio M.,venerato nella rettorale di Tavullia di Pesaro” e “Le chiese del comune di Tavullia” all’interno del libro storico edito dal Comune. Nel 2015 ha festeggiato il 70° di sacerdozio, circondato dall’affetto di tutti i parrocchiani. Il Vescovo Gaetano Michetti, ritirandosi dall’attività pastorale, ha voluto conferirgli il titolo di Monsignore per la sua infaticabile opera di questi anni. Con la sua presenza, si è fatto garante del mantenimento delle più belle tradizioni concernenti la festa di S.Pio Martire e la Festa della Madonna del Rosario di Pirano. Possiamo ricordare ancora le tante, tantissime persone, che entrando in chiesa a Tavullia, chiedevano sue notizie, o perché sposati da lui, o suoi parrocchiani di Granarola, o per averlo conosciuto alla Festa di San Pio.

 

Appello. Vogliamo raccogliere altre testimonianze su Don Cesare e chiediamo a chi volesse condividerle con noi di mandare una mail a p.sanlorenzo@alice.it o scrivere a Parrocchia San Lorenzo Martire, Via Roma 88, 61010 Tavullia PU. Grazie Don Cesare, per tutto quello che hai fatto per Tavullia, per la tua parrocchia, per tutti noi, il tuo ricordo rimarrà sempre nel nostro cuore, sarai sempre parte della nostra famiglia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *