“I minori stranieri in Italia: educare e accogliere”

Sabato 30 si è tenuto il primo incontro del corso di formazione “I minori stranieri in Italia: riflessioni e strumenti per educare e accogliere” organizzato dalle associazioni L’Africa chiama, La Famiglia, Giustizia e Pace, Millemondi, con la collaborazione della Caritas diocesana, del Comune di Fano e il contributo del Centro Servizi Volontariato Marche. L’idea del corso nasce dalla necessità di conoscere meglio le dinamiche legate all’accoglienza di minori stranieri, con particolare attenzione per i minori stranieri non accompagnati, ovvero quei minori che arrivano sul territorio italiano senza alcun familiare e sono quindi privi dell’assistenza di un adulto. La giornata di formazione è stata dedicata all’analisi del significato di accoglienza da parte di quattro relatori che hanno portato la propria esperienza professionale e umana. Ad aprire la giornata, la dottoressa Cristiana Santini, psicologa e psicoterapeuta, che ha affrontato il tema della genitorialità e il senso della relazione con l’altro, mettendo in luce l’importanza della dimensione del linguaggio nella relazione interpersonale. A seguire l’intervento del dottor Pasquale Indulgenza, psicologo e psicoterapeuta, su come riconoscere le diverse forme di manifestazione di disagio nei minori, attraverso alcune esperienze e casi concreti di minori con sintomi da stress post-traumatico.

Fondamentale il ruolo ricoperto dalla mediazione culturale in questi casi. Nel pomeriggio si è invece affrontato con la dottoressa Noemi Galleani, psicologa e psicoterapeuta, il tema degli effetti del cambiamento culturale, sociale e psicologico a cui sono soggetti i minori stranieri, sia all’interno della famiglia di appartenenza che in caso di minori non accompagnati. A concludere, l’intervento della dottoressa Giuseppina Veneruso, medico pediatra, riguardante l’accoglienza in ambito medico. L’ultimo modulo,  “L’accoglienza in classe e la didattica interculturale”, si terrà mercoledì 11 e giovedì 12, dalle 15.00 alle 19.15. La prima parte della giornata di mercoledì 11 ottobre, dalle ore 15 alle ore 17, Gianni Garelli, docente e formatore, tratterà il tema della prima accoglienza in classe, mentre dalle ore 17.15 alle ore 19.15 si parlerà della gestione dei conflitti in classe e della didattica ludica con Elena Giliberti docente e formatrice. Giovedì 12 ottobre, dalle ore 15 alle ore 17, Mounya Allali, mediatrice culturale, interverrà su alcune specificità linguistico-culturali degli apprendenti arabofoni, mentre, dalle ore 17.15 alle ore 19.15, si parlerà di alcune specificità linguistico-culturali degli apprendenti sinofoni con la mediatrice culturale Alice Mastrogiacomi.

 

Michela Pagnini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *