Dirittto alla casa

E’ cronaca di questi giorni che gruppi di giovanotti occupino, non so quanto piacevolmente, il loro tempo a scontrarsi con la Polizia e manifestare per il diritto alla casa. Mi sono tornate in mente le vicissitudini che mi permettono oggi di avere un tetto per riparare dalla pioggia i pochi capelli rimasti. Dopo una triste esperienza di affittuario: “Ora che l’appartamento ha un bagno le devo aumentare l’affitto. – Ma il bagno l’ho pagato io. – Comunque con il bagno vale di più, per cui le aumento l’affitto”. Io e mia madre radunammo tutte le risorse disponibili, quasi sette milioni, e ci mettemmo alla ricerca di una casa. Negli anni ’70 era una cifra modesta ma le banche ci sono apposta per un mutuo. Finalmente trovammo qualcosa che per le dimensioni poteva essere utile. Definirla casa è eccessivo, era l’edificio più brutto e scomodo che abbia mai visto, ma io lo guardavo con l’occhio dell’ottimismo e della ristrutturazione. La banca aveva accordato il mutuo ma il proprietario non avrebbe firmato l’atto se sul tavolo non ci fosse l’intera cifra, mentre il funzionario mi avrebbe dato l’assegno solo dopo la firma dell’atto. Un serpente che si morde la coda, a ripensarci mi viene ancora da piangere. Entrammo in una casa con i rubinetti della vasca staccati, le cinghie delle serrande incendiate ed i fili dei lampadari tagliati a raso del soffitto. Gli inquilini si erano presi la loro vendetta per lo sfratto.

I resti di una moto bruciata sotto le scale parlavano di piccoli screzi condominiali. Per il riscaldamento potevamo contare su una stufa a cherosene nella zona giorno e tante coperte nella zona notte. Passò quasi un anno prima di poter fare il bagno nella vasca e altri otto prima di avere i termosifoni. Poi ho sempre lavorato e risparmiato per rendere la mia casa più bella e più grande. Oggi un gruppo di giovanotti parla di diritto alla casa, ovviamente gratis. “Ma mi faccia il piacere” direbbe Toto.

Alvaro Coli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *