Convegno sulla pittura di Fernando Mariotti

MONTELABBATE – Prosegue l’impegno dell’Associazione Culturale “Mons Abbatis” per il recupero e la valorizzazione del patrimonio storico artistico locale. L’ultimo restauro ha riguardato un’opera giovanile del pittore pesarese Fernando Mariotti (1891-1969), proveniente da un piccolo oratorio rurale esistente nelle vicinanze di Montelabbate, in località “Madonna dell’Arena”. Il dipinto, concepito per sostituire la pala d’altare originale che era andata dispersa, è da collocarsi tra il 1919 e il 1921, anni in cui il Mariotti affianca a Urbino l’anziano maestro Luigi Scorrano nel portare a termine alcune opere religiose e al tempo stesso realizza per conto proprio alcuni soggetti sacri – cinque, per quel che ne sappiamo – dove l’influsso della pittura del maestro si mescola al gusto delle decorazioni lauretane di Lodovico Seitz e Biagio Biagetti e alla pittura di Augusto Mussini (fra’ Paolo), ricca di richiami liberty e suggestioni simboliste. La pala dell’Arena raffigura la “Beata Vergine Immacolata con i Santi Francesco e Giacomo” ai quali l’oratorio è dedicato. Dal punto di vista strutturale l’opera riprende sostanzialmente lo schema compositivo della “Madonna del Rosario coi Santi Domenico e Caterina” realizzata per la chiesa pesarese dell’Annunziata (ma di gusto simile è anche la “Santa Veronica Giuliani”, nella chiesa dei cappuccini di Pesaro), dove alle figure terrene dei santi si contrappone l’immagine eterea e a tratti evanescente della Vergine che si dilata su cieli diafani, solcati da candidi cirri striati.
Questo restauro, offerto per buona parte dalla socia Maria Ceccarelli, proietta l’associazione verso il futuro in quanto, secondo le intenzioni del direttivo, vorrebbe rappresentare la premessa per giungere al recupero del piccolo bene architettonico per il quale l’opera fu realizzata. Il bell’oratorio dell’Arena, infatti, versa da anni in uno stato di estremo degrado e necessiterebbe di un sollecito intervento di restauro e consolidamento al fine di salvaguardare dalla rovina questa secolare e commovente testimonianza di vita e religiosità popolare.
La sera del 21 Dicembre prossimo, in occasione della presentazione al pubblico del dipinto, si parlerà anche di questo. All’incontro, che avrà la forma di una conversazione pubblica, parteciperanno la storica dell’arte Grazia Calegari e l’artista Claudio Cesarini che illustreranno il dipinto recuperato e insieme tratteggeranno la vicenda umana, artistica e intellettuale del suo autore. Contestualmente due giovani professionisti locali, Eleonora Brunetti e Mattia Baruffi, relazioneranno sullo stato architettonico della chiesetta e sui numerosi problemi di ordine burocratico, legale e amministrativo che si dovranno affrontare per potere giungere al recupero del bene. L’incontro, organizzato in collaborazione con la Parrocchia SS. Quirico e Giulitta di Montelabbate e con la partecipazione della Pia Unione di Maria Immacolata nell’ambito delle celebrazioni per il suo centenario di fondazione, si svolgerà Venerdì 21 Dicembre alle ore 21 presso la chiesa parrocchiale di Montelabbate.
Roberto Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *