La lingua italiana secondo Camilleri

URBINO. Giovedì 15 novembre alle 11 nell’Aula magna di Nuovo Magistero Area Volponi (via Saffi, 15), In occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2012/2013 verrà conferita la Laurea ad Honorem in Lingue per la didattica, l’editoria, l’impresa ad Andrea Camilleri, scrittore, sceneggiatore e regista italiano, tra gli autori più letti al mondo, “Inventore di una scrittura orale che supera ogni confine tra le lingue, i paesi e i generi letterari”. Famoso per il suo Commissario Montalbano, Camilleri ha pubblicato oltre ottantanove opere tra cui romanzi e copioni teatrali, e venduto quasi 14 milioni di copie in Italia.
Grande attesa per la Lectio magistralis di Camilleri “Sullo stato di salute della lingua italiana”, culmine della cerimonia. In questa importante occasione Monica Guerritore, nota attrice italiana, darà la voce a brani scelti da “Il re di Girgenti”, romanzo storico di Camilleri pubblicato dall’editore Sellerio nel 2001. L’attrice è nota al pubblico italiano per la sua brillante carriera teatrale e televisiva. La sua esperienza artistica l’ha vista affiancata a nomi illustri di registi e attori italiani e interprete di ruoli di rilievo (Giocasta, Lady Macbeth, Ofelia) e personaggi femminili di grande forza, come la Signorina Giulia e la Gabbia di Strindberg. L’evento sarà introdotto dalla prolusione del rettore Stefano Pivato.
La laurea magistrale ad honorem viene conferita dalla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere con la seguente motivazione: “Camilleri si inserisce a pieno titolo fra i grandi scrittori della sua terra: Verga, Pirandello, Sciascia, Vittorini. Sempre impegnato nella ricerca di una lingua “vera” che possa restituire le atmosfere e la varietà culturale e umana della Sicilia, inventa una sorta di oralità scritta, o di scrittura orale, che costringe il lettore a misurarsi con sonorità e con espressioni non sempre d’immediata intuizione per chi provenga da altri luoghi, ma ricche di quella Storia e di quella Identità che forse solo così può essere trasmessa in modo autentico. Uomo di spettacolo oltre che scrittore, docente oltre che sceneggiatore, il suo sguardo è interculturale e multimediale: così come accoglie le culture “altre” che convivono nella sua terra, allo stesso modo transita da un genere e da un medium all’altro, creando contaminazioni e arricchendoli: dal teatro al cinema, dall’arte alla televisione, dal romanzo al racconto storico. Portando Vigata sulla scena internazionale così come porta Shakespeare nel suo amato Siciliano, compie un’azione estremamente liberatoria ed epocale, annullando ogni confine tra le lingue, i paesi e i generi letterari”.
Sarà il Coro universitario 1506 a eseguire il Gaudeamus Igitur. Si attende una grande partecipazione di pubblico. Per questo saranno allestite altre sale dell’Ateneo per la diretta in streaming.

Andreas Fassa
SCHEDA BIOGRAFICA

Nato a Porto Empedocle (Agrigento) nel 1925, Andrea Camilleri vive da anni a Roma. Sin dal 1949 regista e autore teatrale, radiofonico e televisivo, ha scritto saggi sullo spettacolo. Nelle vesti di delegato Rai alla produzione e sceneggiatore ha legato il suo nome alle più note produzioni poliziesche della tv italiana: quelle che avevano come protagonisti il tenente Sheridan e il commissario Maigret. Col passare degli anni ha affiancato a questa attività quella di scrittore; è infatti autore di importanti romanzi di ambientazione siciliana nati dai suoi studi sulla storia dell’Isola. Il grande successo è poi arrivato con l’invenzione del Commissario Montalbano, protagonista di romanzi che non abbandonano mai le ambientazioni e le atmosfere siciliane e che non fanno alcuna concessione a motivazioni commerciali o a uno stile di più facile lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *