Si alza il sipario sul festival Gad di Pesaro

Dal 23 settembre al 18 novembre al teatro Rossini

PESARO – Sarà Don Giovanni, il seduttore reso immortale dalla musica di Mozart, a inaugurare l’edizione 2012 del Festival Nazionale d’Arte Drammatica (domenica 23 settembre, Teatro Rossini, ore 18).

Si tratta di un viaggio attraverso la vita teatrale del personaggio, tragica e comica insieme. Protagonista sarà la musica del genio salisburghese, eseguita rigorosamente dal vivo; lo spettacolo è a cura del Teatro dei Picari di Macerata. Secondo appuntamento con il Festival, che si concluderà il 9 novembre, con “Le serve” proposto dalla Compagnia “I cattivi di cuore – Teatro del Banchero” – Imperia (venerdì 28/9; tutti gli spettacoli hanno inizio alle 21).

Un gioco del teatro nel teatro di cui il drammaturgo francese Jean Genet si serve per intrecciare realtà e finzione. La Compagnia dell’Orso di Longo (Vicenza) presenta “L’allegro spirito” di Noel Coward, una commedia frizzante dove il consueto triangolo lui, lei, l’altra si complica con una lei che è un secondo lui mentre l’altra è addirittura un fantasma (venerdì 5/10). Un classico del repertorio del Novecento, “Tutto per bene” di Pirandello, per la Compagnia “Spazio Teatro” di Livorno che porta in scena un lavoro cruciale della parabola artistica dell’autore (venerdì 12/10). La ‘favola’ de “Gli ingannati”, scherzo teatrale giocoso scritto a più mani nel Cinquecento dagli Accademici Intronati di Siena, verrà portata in scena dal G.A.D. Città di Trento (mercoledì 17/10). Ancora un grande classico ,“Filomena Marturano” di Eduardo De Filippo, per l’Associazione Teatrale “Il Dialogo” di Cimitile (Napoli), che ha ideato un allestimento innovativo e attuale, nel quale la protagonista assurge a simbolo del riscatto morale di una donna che reclama giustizia dal suo destino (venerdì 26/10). “Balera Paradiso”, dell’Estravagario Teatro di Verona, è una metafora del tempo: lo spettacolo ripercorre 50 anni di vita di un’immaginaria balera di provincia attraverso il linguaggio della musica (sabato 3/11). Conclude la rassegna, venerdì 9 novembre, “Cyrano de Bergerac” proposto dalla Compagnia “Al Castello” di Foligno e dedicato al personaggio dalla parola pungente e dal cuore infranto, spadaccino e poeta che combatte “col naso e con la spada”. Il Festival, che si avvale del patrocinio della Regione Marche, verrà presentato ufficialmente lunedì 17 settembre alle 18 nell’Auditorium dell’Accademia Internazionale di Canto (Largo A. Moro 12, ingresso libero) con una breve proiezione di Ortensio Rivelli seguita dalla conversazione di Ivana Baldassarri “Marta Abba e Luigi Pirandello, un ambiguo gioco delle parti”. La manifestazione conclusiva del Festival avrà luogo nella Sala della Repubblica del Teatro Rossini con la presentazione della pubblicazione “Vita di Regina. Regina Bianchi si racconta” a cura dell’autrice Maricla Boggio. Seguirà la consegna dei premi e dei riconoscimenti (domenica 18 novembre, ore 10.30).

Affiancheranno il Festival un Laboratorio intensivo di scrittura scenica, aperto a tutti, in collaborazione con UILT, info. tel. 333.3115994 (Hotel des Bains, Viale Trieste 221), l’iniziativa “Teatro di Marca. Figure marchigiane del teatro di prosa del ‘900” con la presentazione della ricerca e della pubblicazione “Renato Borsoni, un pubblicitario dietro le quinte”, di Luca Celidoni e Pierfrancesco Giannangeli (mercoledì 24/10, Auditorium Accademia Internazionale di Canto, ore 18, ingresso libero) e il GAD Festival Ragazzi 2012 con la rappresentazione de “La gabbianella ed il gatto” di Luis Sepulveda a cura del Teatro Accademia di Pesaro (martedì 6/11, Teatro Sperimentale “Giansanti”, info. 0721.64311 e 334.9305776).

MARIA RITA TONTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *