Io sono monarchico

Ebbene sì, devo fare outing, come si dice oggi, devo uscire allo scoperto: Sono diventato monarchico e vi spiego il motivo: Se ci fosse il Re, quando abbiamo dato da mangiare a lui e tutta la sua famiglia (lascia pure che sia numerosa) saremmo a posto. Oggi invece siamo costretti a foraggiare una pletora di politici: dai consiglieri comunali a quelli provinciali e regionali, presidenti e relativi vice di ogni ordine e grado, senatori, deputati e temo di averne dimenticati un po’. Con tutto quel denaro potremmo mantenere non uno ma dieci sovrani e ne avanzerebbe per i servizi sociali. Il secondo motivo è che non esiste più un partito monarchico (mi sembra) e questo depone senz’altro a favore dei fans del Re. Se non c’è un partito non ci sono ruberie e malversazioni.
Potreste dire:”Ma i Savoia hanno combinato un bel po’ di pasticci prima, durante e dopo la guerra”.
Verissimo, ma quelli che li hanno sostituiti hanno fatto molto meglio? Potremmo sempre trovare un’altra famiglia reale meno chiacchierata. In giro ce ne sono tante. E poi diciamolo, i Re sono decorativi e fanno sempre bella figura nei consessi internazionali. Al massimo dovremmo stare attenti alle principesse che ultimamente si fanno fotografare in topless e di più. Però niente che superi le varie veline e attricette, e poi mostrano solo roba loro (bella o brutta che sia) e non si approfittano del denaro pubblico. Pensiamoci bene: la monarchia in fondo non è poi così male.

Alvaro Coli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *